» Mtb

21/25-08-2014

immagine

Tour dei Monti Sibillini

Un lungo e faticoso tour di 4 giorni del grande complesso del parco nazionale dei monti Sibillini, a cavallo tra Marche ed Umbria, passando dalle vette settentrionali alla piana di Castelluccio di Norcia, attraversando scenari e panorami unici. In totale 171 km e 5930 m di dislivello superati, con una buona parte a spinta...



Segnala a delicious Segnala a facebook Segnala a Google Segnala a Microsoft Life Segnala a Twitter
 
Percorso gps (gpx): tour4gg.zip

Pag. - 1 - 2



Giorno 1: Visso, rifugio del Fargno, Montefortino

46 km, ascesa 1450 m, discesa 1570 m

Partenza prestissimo da casa, alle 10 siamo però siamo già in sella e lasciamo l'abitato di Visso...ci aspetta una lunga ascesa fino al rifugio del Fargno, la giornata è bella e assolata...l'ideale per l'inizio di un bel giro in bici.

immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine

Giorno 2: Montefortino, Gole dell'Infernaccio, Rifugio degli Alpini

34,5 km, ascesa 2140 m, discesa 1100 m

Lasciamo lo splendido agriturismo e approfittiamo della vicinanza per andare a vedere le gole dell'infernaccio, sono un 15 km in più ma siamo qui...non possiamo farcele scappare! La tappa di oggi è quasi solo salita, arriviamo vicino a Montemonaco dove ci ristoriamo in un'ottima trattoria, con squisiti prodotti locali e ciaruscolo che si riveleranno fondamentali per il prosieguo della giornata... dopo poco infatti Giove Pluvio decide di aprire le cataratte del cielo su di noi...2 ore non stop di pioggia, lampi e tuoni... ma un salame non molla mai (anche perchè non avevamo dove dormire) e finalmente alle 17 smette di piovere...gli ultimi km e arriviamo al rifugio, dove possiamo asciugare le scarpe vicino al camino (spento) e ristorarci come è giusto che sia. Amen.

immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine

Giorno 3: Piana di Castelluccio e ascesa ai laghi di Pilato

36,7 km, ascesa 1423 m, discesa 1560 m

Dopo il temporale del sabato, oggi ci svegliamo con uno splendido sole...che però non basta ad asciugare le scarpe...obiettivo della giornata sono i laghi di Pilato e se riusciamo la cima del Vettore, passando per Castelluccio a scaricare un po' di roba nel BB. La scalata è dura con tanti pezzi a spinta, ci arriviamo scoprendo che c'è una strada molto più comoda (da un'altra valle però) che riversa su un sacco di merenderos...il pezzo più difficile (quasi ferrata) ci aspetta dopo... per il Vettore non ci sono più energie...lo terremo per la prossima volta.

immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine

Pag. - 1 - 2

Torna su