» Viaggi

28/29-01-2012

Sterzing Vipiteno

Finalmente riusciamo a mettere gli sci sulla neve...è la prima volta quest’anno e la voglia è tanta.

La destinazione presceltà è Vipiteno, col suo piccolo comprensorio di Monte Cavallo, al confine sul Brennero.

La partenza ci serva subito delle emozioni: una colazione da 250 non si fa tutti i giorni in autogrill...e per fortuna...n.d.r.: qualche buon tempone ha pensato bene di rubarmi il portafogli in mezzo alla calca, dopo aver interpellato l’inutile direttore dell’autogrill di Affi siamo andati a sporgere denuncia dai carabinieri; di fronte al maresciallo, mentre ero al telefono con la polizia stradale di Trento, mi chiama sul cellulare la Forestale, avevamo trovato il portafogli dissanguato (ma con i documenti) sulla ciclabile di Ala...dopo un’ora ero rientrato in possesso dei miei documenti, alleggerito però della bancomatata della mattina...chissà se gli è arrivato qualcosa dei miei “auguri” a lui là....

Riusciamo a riprendere la nostra vacanza...mi farò mantenere da Genius e Scric...non à poi così male... alle 14.30 siamo in pista, a combattere con la seggiovia più cattiva del mondo...il cielo è grigio, ma va bene lo stesso.

La serata scorre bene tra porzioni immani di cibo trentino...che purtroppo non tutti gli avventori apprezzano (“ma mangiate carbone qui?” disse uno strano soggetto milanese che contestava ben 2 pizze appena abbrustolite)

Una birra al locale top del paese, lo Zwölf e un mirtillino in una suggestiva enoteca chiudono in bellezza la serata...

La domenica parte con la piacevole scoperta della Val di Vizze, uno splendido angolo di paradiso incastonato nelle alpi, dove è possibile godersi passeggiate e fare sci di fondo in una pace unica...al pomeriggio però di nuovo sugli sci, per sfruttare la splendida giornata di sole che è uscita...alla faccia delle previsioni catastrofiche dei maia!

36 ore davvero intense!



Segnala a delicious Segnala a facebook Segnala a Google Segnala a Microsoft Life Segnala a Twitter
 
Archivio foto alta risoluzione

immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine
Torna su